Storie, forse, di ordinaria follia

14.00 CHF

Un mondo parallelo, un diverso modo di vedere la Realtà che ci circonda, una verità Altra, una finestra sui mondi che silenziosamente ci seguono e ci accompagnano nel nostro cammino esistenziale quotidiano

Un autore che si cela e si svela pian piano, (fors’anche) attraverso istantanee di una vita -la sua- che ritroviamo in questi racconti brevi che potremmo anche definire messaggi dall’Altro Mondo. Un mondo parallelo, un diverso modo di vedere la Realtà che ci circonda, una verità Altra, una finestra sui mondi che silenziosamente ci seguono e ci accompagnano nel nostro cammino esistenziale quotidiano. Ma c’è dell’altro. Vi è infatti qualcosa di inquietante in questi racconti brevi; qualcosa di incompiuto, un “non detto” che incombe su tutto e su tutti. Perchè la follia è ora al potere. “Il Panopticon – o grande fratello – che, attraverso la tecnologia usata come un folle brainwasher e venduta come un giocattolo, tutto controlla, condiziona, esclude, determina e discrimina”.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Storie, forse, di ordinaria follia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *